Tax

Il contributo a fondo perduto del decreto Sostegni

Il contributo a fondo perduto del Decreto Sostegni. Lo analizza un documento messo a punto dal Consiglio nazionale e dalla Fondazione dei commercialisti

I nuovi Speciali di Le Fonti Legal

Nasce un nuovo format su Le Fonti Legal: Speciali tematici di settore per analizzare e spiegare le principali sfide e criticità normative.

Dac 6, siamo pronti per il Whistleblowing fiscale

La direttiva DAC 6 introduce un obbligo di comunicazione delle informazioni relative a meccanismi di pianificazione fiscale potenzialmente aggressiva che interessi più giurisdizioni. Quali sono le criticità da affrontare e cosa deve essere fatto per supportare il processo di cambiamento? Come prepararsi al meglio a questa sorta di whistleblower fiscale? Ne abbiamo discusso con Guglielmo Maisto.

La leva fiscale per la ripartenza dopo la lockdown economy

Le limitazioni all’attività imprenditoriale introdotte dai provvedimenti urgenti assunti dai governi dei principali Paesi industrializzati per contenere la pandemia Covid-19, hanno avuto effetti dirompenti sull’economia mondiale. I due mesi della “lockdown economy” hanno provocato uno shock epocale, tramutando un’emergenza sanitaria in una delle più gravi crisi economiche di sempre. Come fare a superare la crisi anche attraverso la leva fiscale? Ne hanno discusso in trasmissione Paola Flora di Ubi Banca, Ernesto Sellitto di Mediobanca, Sara Lautieri di Reale Mutua, Laura Beretta di Prysmian, Emanuele Marchini di Shell, Guido Arie Petraroli di Led Taxand, Nicola Bottino di Aedes SIIQ e Francesco Mantegazza di Pirola Pennuto Zei & Associati.

Cooperative compliance, un efficace strumento antirischio?

Emanuele Marchini, Country Tax Lead di Shell Italia risponde ai microfoni di Le Fonti Tv sul ruolo della cooperative compliance come strumenti anticrisi

Vasapolli & Associati per il Patent Box di Ferrero Mangimi

Vasapolli & Associati ha assistito Ferrero Mangimi nell’iter relativo al Patent Box

Web tax, lo stato dell’arte in Italia

Vittorio Giordano, founding partner di Giordano-Merolle studio legale tributario, parla dell’introduzione della web tax in Italia e delle conseguenze per il mercato dell’economia digitale.

L’impatto del Coronavirus sulla governance e sugli assetti proprietari delle imprese

Andrea Vasapolli, fondatore dello studio legale tributario Vasapolli e associati, illustra le soluzioni per adattare governance e assetti proprietari alla “fase 2” e al rischio di una nuova emergenza.

“Questa emergenza è stata l’occasione, per le imprese, per fare una serie di riflessioni. Le criticità che sono emerse, infatti, sono anzitutto l’eccessiva concentrazione di poteri nelle mani di una sola persona e la conseguente difficoltà a gestire una situazione di emergenza. Ancora, è emersa la mancanza di figure manageriali pronte a subentrare in situazioni critiche. Molti imprenditori inoltre si sono resi conto che, pur avendo messo giù un prospetto per il subentro della generazione futura, in realtà questa next generation non è ancora pronta. Ora che stiamo tornando alla normalità, sarebbe un peccato buttare via questo patrimonio di riflessioni”.

Omesso versamento d’imposta, rischio esplosione di reati tributari

Francesco Colaianni, fondatore dell’omonimo studio legale e tributario, parla degli effetti della crisi di liquidità da parte delle imprese sul contenzioso penale tributario.

“Nonostante i rinvii dei termini per i versamenti, molti imprenditori si potrebbero trovare di fronte a una crisi di liquidità e a una scelta ben precisa: pagare i dipendenti, intraprendere una procedura concorsuale, oppure dare continuità all’azienda non versando però le imposte. È chiaramente atteggiamento illecito, ma il giudice penale deve tenere presente della eccezionalità dei fatti. Nel diritto penale è infatti possibile una valutazione discrezionale della norma da parte del giudice”.

Finanziamenti alle imprese, alle banche serve almeno un mese e mezzo per il via libera

Stefano Cassella, CEO di Arcus Financial Advisors, spiega quali sono le criticità per le imprese per ottenere i finanziamenti dalle banche, così come regolamentati dal Decreto Liquidità.

“Dal momento in cui presentiamo la documentazione alla banca, senza criticità ulteriori stimiamo almeno un mese o un mese e mezzo per il via libera al finanziamento. Teniamo presente che, se l’azienda rientra nella procedura semplificata, la Sace è tenuta a dare la garanzia nel giro di due giorni. Quindi, l’ostacolo è arrivare in tempi rapidi all’approvazione da parte della banca. Il punto è che il sistema previsto dal decreto Liquidità ha allocato tutta la responsabilità della gestione della pratica agi istituti finanziatori, che si trovano a svolgere questa attività come se fosse una normale operazione di finanziamento. Per fornire liquidità alle banca la struttura più idonea per i finanziamenti sarebbe stata quella di revolving capital”.

Registrati ora