15 dicembre: ultimo giorno per ravvedimento scontrini

È possibile per gli operatori con partita IVA regolarizzare violazioni nella certificazione dei corrispettivi fiscali, commesse tra il 1° gennaio 2022 e il 30 giugno 2023, usufruendo delle sanzioni ridotte tramite ravvedimento operoso (art. 13, Dlgs n. 472/1997). L’opportunità è attiva fino al 15 dicembre 2023, anche per irregolarità già accertate dall’Amministrazione. Il ravvedimento si applica alle violazioni accertate entro il 31 ottobre 2023.

Il decreto “Energia” del 29 settembre, diventato operativo con la legge n. 169/2023, ha istituito questa possibilità (art. 4, Dl n. 131/2023) per le violazioni relative alla certificazione dei corrispettivi (art. 6, commi 2-bis e 3, Dlgs n. 471/1997).

Leggi anche...
Le Fonti TV – L’opinione di Marcotti
Imprese d'Eccellenza
Non sono state trovate imprese
Le Fonti TOP 50 2023-2024
Approfondimento – Diritto Penale Tributario
Le Fonti Legal – Luglio-Settembre 2023
Speciale Fisco 2023
I più recenti
Mutuo, interessi passivi: di cosa si tratta e come funzionano
Modello 730 precompilato, aggiornamenti e scadenze
Comuni e Imu 2023: aggiornamenti e obblighi
Assegno unico, le scadenze per aggiornare l’ISEE ed evitare importi bassi

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito fiscale.